Il tempo invecchia in fretta – Antonio Tabucchi

Nutro una profonda ammirazione per il signor Tabucchi. Il suo modo di raccontare storie anche molto semplici, procedendo per immagini e sensazioni, mi ha fatto adorare diversi dei suoi libri, dai noti “Sostiene Pereira” e “Notturno Indiano“, fino al non tanto apprezzato “Tristano muore” e così via.

Fatta questa veloce premessa, sono rimasto leggermente deluso da questa raccolta di racconti: nonostante ce ne sia qualcuno molto valido (mi vengono in mente l’ultimo “Controtempo“, oppure “Nuvole” o “Yo me enamorè del aire“), nei restanti ho fatto molta difficoltà a calarmi nelle varie situazioni, spesso perché troppo fuori contesto, come se, di questi racconti facenti parte di storie molto più grandi, al lettore non fosse dato tutto il contesto per capirli. Sprazzi presi di punto in bianco e lasciati a sé altrettanto velocemente.

Il risultato è che ho fatto molta fatica a leggere più di un paio di racconti per volta, ritrovandomi a doverli necessariamente inframezzare con lunghe pause. E la cosa mi dispiace, soprattutto perché tutto il grande senso esposto nella nota finale riguardo questi racconti… io non l’ho trovato quasi per niente o, meglio, l’ho fatto solamente a posteriori, ripensandoci sopra.

Non escludo ora di averlo letto in un momento poco adatto e dove forse ero stanco di mio, quindi finirà fra qualche tempo nuovamente in wishlist, sperando di rivalutarlo. In ogni caso, lo stile di scrittura di Tabucchi non perde un colpo, il contenuto, quello magari un po’…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...