Letteratura Ergodica

Che poi, leggevo ieri, nelle mie peregrinazioni, di tale “letteratura ergodica”, che la letteratura ergodica, per chi non lo sapesse, che non lo sapevo neanche io prima di leggere ieri della letteratura ergodica, la letteratura ergodica è una letteratura che richiede al lettore, che penso si chiami lettore ergodico, richiede al lettore ergodico uno sforzo ulteriore, che il lettore non deve più girare solo le pagine, ma il lettore ergodico deve costruirsi la sua strada nel libro, che nei libri ergodici ci sono parti di testo cancellate, invertite, colorate, che vanno dal basso all’alto, da destra a sinistra, che le rinchiudono in box, che le stringono a piè di pagina, che devi decidere da che parte iniziare a leggerla, la pagina, che sembra di avere un testo scritto dal Marinetti ubriaco e devi anche capire cosa stai leggendo. Che non so voi, ma dopo tutta questa spiegazione, mi è venuto da essere un lettore ergodico e mi sono messo a leggere il mio libro a testa in giù, che non è cambiato poi molto.

(Parentesi, che la letteratura ergodica esista davvero, e se anche voi volete provare ad essere ergodici, potete fare come me e mettere in lista “Casa di foglie” di tale Mark Z. Danielewski, nome molto ergodico. Poi più avanti vi farò sapere se a noi ci piace o meno questa letteratura.)

Annunci

7 pensieri su “Letteratura Ergodica

  1. Francesca

    Sono troppo curiosa di vedere uno di questi capolavori. Male che vada mi scervellerò per un utilizzo secondario – tipo per il buon vecchio tavolino traballante da sistemare o come pratico sottobicchiere. Anche se… mi viene il dubbio che a leggere queste amenità si faccia prima a scrivercelo da noi, un libro. E forse verrebbe anche meglio.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Gabriele Autore articolo

      Per me, Francesca, questi libri ergodici non son altro che blocchi degli appunti di uno scrittore. Prende gli appunti e li manda in stampa, così non deve neanche preoccuparsi della stesura definitiva del libro. È molto pratica la letteratura ergodica. Comunque me ne procurerò uno.

      Mi piace

      Rispondi
          1. Francesca

            Mmmh… facciamo che ne ho 5, massimo 6, di questi preziosi manoscritti. Anche negli appunti sono precisina come una secchiona di prima liceo. D’ora in poi vedrò di essere più ergodica.

            Mi piace

            Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...