Momenti

Che poi, ero lì che passavo in macchina, che ho avuto uno di quei momenti, quelli che potremmo chiamare “momenti steinbeckiani”, che i momenti steinbeckiani sono quei momenti tanto reali usati nei libri steinbeckiani, ma tanto reali che poi dal vivo non ti capitano mai, è proprio impossibile che ti capitino, che sono scene un po’ particolari, che se per caso le vedi ti chiedi se sei dentro un libro oppure stai sognando ad occhi aperti, che non so bene, sono momenti reali irreali, ecco.

Che poi, ero lì che passavo in macchina, che ero vicino alla strada che porta al cimitero del mio paesello, che ho incrociato, che loro erano a piedi, queste due persone, che erano un ragazzone alto e grosso e un padre anziano piccolo e smunto, che il ragazzone aveva in mano un mazzetto di fiori di campo, quelli gialli, avete presente?, che non so bene, ma quelle due figure dirette verso il cimitero mi hanno fatto pensare a quella classica scena, quella lì, quella con la figura del figlio, che è cresciuto fisicamente ma non ancora in età, e del padre, già anziano e tutto mogio, che vanno al cimitero sulla tomba della madre a portare un mazzetto di fiori, che è una cosa che non si vede tutti i giorni, non con quei personaggi alla “Uomini e topi” o alla “Furore”, non con i fiori raccolti da qualche campo, non in questo periodo, che non sono tanto sicuro che fossero reali, che forse erano usciti da qualche libro e io neanche me ne sono accorto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...