Nasi

Con un balzo, mi acquatto in un angiporto, spalanco una porta, percorro tre scalini, un’altra porta, mi trovo in una sala affollata di nasi. Mi trasformo in naso. Sento uno scalpicciare di piedi per i gradini, poi silenzio. Qualcuno non osa aprire la porta, accedere alla porta della sala dei nasi – in effetti mi accorgo che i nasi sono potenti, autorevoli. Gli altri nasi mi adocchiano – con una narice parlano, nell’altra trattengono un occhio – vedo che apprezzano. C’è solo un problema; sono nudo, mentre tutti i nasi sono vestiti, infilati in una sorta di mutanda aperta attorno alle nari. Sono mutande di vario colore e buon tessuto. Un naso mi guarda e roco mi parla.
«Signore, lei è naso di bella dignità, ma forse è nuovo della suburra, e in specie di questo quartiere, e dunque lei ignora che qui non è tollerabile un naso nudo. Mi consenta di offrirle una mutanda porporina, che forse lei non avrà a disdegno».
Mi infilo un poco goffamente la mutanda. Il naso riprende a parlare.
«Lei ora è quel che deve essere un naso, personaggio autorevole e prestigioso. Lasci che le dica che lei è un naso affatto imponente. Siamo lieti di accoglierla nella nostra società, che, lei certamente ne è consapevole, è assai esclusiva».
«Le sono grato,» rispondo «ma debbo scusarmi per l’intrusione… io ignoravo».
«Nessuna intrusione. Siamo stati noi a convocarla, una volta accertato grazie ai nostri servizi informativi che lei è un naso di classe. E vedo che non ci eravamo sbagliati. A noi interessa reclutare tutti i nasi disponibili, perché nella suburra non c’è speranza al di fuori dei nasi»

[Giorgio Manganelli, Dall’inferno, Adelphi]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...