Trecose

Che poi, ero a quella presentazione lì, ma un po’ dopo, che non pioveva più e le strade erano un po’ tristi, che Bologna quando piove è un po’ triste, che altre città non so se sono tristi, forse non sono tristi, Bologna è un po’ triste.

Che comunque era un po’ dopo di lì, che avevo poi anche già lasciato la Wellentheorie in stazione, che camminavo per queste strade tristi che tutti si erano già chiusi in casa che era già l’ora di cena, e ho pensato a quella cosa lì, quella che ha detto quello scrittore lì, che leggere Guerra e pace oggi è da tipi particolari, da matti, che vi dirò che ora che ho letto Guerra e pace, io, io mi sento meglio con me stesso, che forse è un sintomo di qualcosa e quel qualcosa non è buono.

E poi pensavo quell’altra cosa lì, quella che quando una persona sparisce poi il mondo si ripopola, che quando ti lascia una persona, tipo una relazione che finisce, lì ti accorgi che c’è tutto un altro mondo da scoprire, che volevo solo dire che è così, forse, senza il forse, penso, io ci ho anche trovato un Guerra e pace, per dire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...