Cosificazione

In quel momento esatto mi è balzato davanti agli occhi il fatto che mio padre fosse morto in modo organico, completo: mio padre è diventato un morto armonioso. Ho pensato che si era cosificato fino in fondo, fino all’ultimo pelo, diventando completamente una cosa, ma che era diventato una cosa che fa una bella compagnia, che quasi non si nota che è morta e a stare vicino si sta bene. Come la volkswagen che abbiamo piazzato nell’orto quando ha compiuto trent’anni, sotto al noce, in quanto ormai si rompeva una volta su due. Andare a passare un’oretta dentro quella macchina a non far niente, anche se la macchina non funziona più, è stato sempre un vero piacere. Uno passa di li, quando vede la macchina entra e immediatamente finisce fuori dal mondo come a stare per un’ora in granaio. Delle volte quando piove e c’è una mezza tempesta dentro quella macchina ci sono andato in modo furbesco, ossia intenzionalmente, portandomi dietro qualcuna che mi piaceva, perché a star dentro a quella macchina, specialmente di notte guardando i fulmini, si diventa liberi nei pensieri. […] Invece star lì nelle camere ardenti a leggersi il giornale col papà, dopo il primo momento che è sempre una cosa un po’ impressionante, si stava così bene che veniva voglia di appoggiarsi. Infatti tutta la mattina, mentre leggevo seduto sulla mia seggiolina, ogni tanto a mio padre gli davo una botta sulle mani senza neanche guardarlo in faccia, come per dirgli che andava tutto bene e mi sembrava che tutti fossimo andati in vacanza.

[Ugo Cornia, Sulla felicità a oltranza, Sellerio, pp.102-103]

Annunci

4 pensieri su “Cosificazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...