Szymborska

E mentre rientravo, ripensavo alla Szymborska, a quelle sue parole sul “non so”, che la Szymborska, quando le diedero il Nobel, disse più o meno questa cosa qui:
“Anche il poeta, se è un vero poeta, deve continuamente ripetersi “non so”. Con ogni poesia prova a darsi una risposta, ma non fa in tempo a mettere un punto che già viene preso dall’incertezza, già comincia a credere che anche questa sia una risposta provvisoria e totalmente inadeguata”.
E pensavo che è un sollievo, proprio così, un sollievo, sapere che anche i poeti spesso non sanno, che la Szymborska, anche lei ogni tanto non sapeva, e magari la sera, prima di andare a dormire, si faceva un bel po’ di domande anche lei come me, e anche se poi lei se ne usciva con le sue poesie, le rimanevano comunque dei dubbi, e un poeta con i dubbi è un poeta un po’ più vicino a noi non poeti, pensavo l’altro giorno, mentre rientravo a casa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...