Aspettare

E dal momento che in questi giorni sto scrivendo — era un anno e qualche mese che non scrivevo racconti, e ora ho scritto in una settimana qualcosa come 18 pezzi brevi, ed è stata come una liberazione, che non so bene neanche io a cosa mi sarà servito scrivere 18 pezzi brevi, forse andranno a far parte di un progetto più grande, o forse no, comunque per ora stanno lì ad aspettare —, e mi è sembrato, per qualche attimo, che sono anni che sono in attesa, e non so più neanche di cosa, esattamente: un’attesa neanche beckettiana, un’attesa proprio ingiustificata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...