Il giocatore di scacchi

Un giocatore di scacchi, già campione del mondo per tre anni di seguito ad un’età che lo indicava ancora come niente più che un ragazzino, aveva sorpreso tutti quando, perso il titolo di campione, aveva annunciato il suo ritiro completo dalle competizioni, nonostante la sua giovinezza e il suo potenziale che avrebbe ancora potuto dargli delle grandi soddisfazioni. In una intervista rilasciata alcuni anni dopo, aveva affermato che quell’abbandono era stato la cosa migliore della sua vita: senza gli scacchi aveva potuto finalmente iniziare a guardare con occhi più attenti ciò che lo circondava, si era trovato una moglie, aveva avuto dei figli, aveva abitato nei luoghi più disparati, da New York a Il Cairo passando per Budapest, trovando tanti amici che ora gli scrivevano da ogni dove e che lo accoglievano a braccia aperte durante i suoi continui viaggi intorno al mondo. Nessuno si era però sorpreso quando ben trentasette anni dopo, più vecchio dei vecchi, il giocatore di scacchi si era ripresentato nuovamente al campionato del mondo: riconquistato il titolo, aveva asserito torvamente che il gioco degli scacchi era stata la cosa migliore della sua vita, senza eccezioni, e che certi errori di gioventù non lo avevano, nonostante tutto, allontanato da quella sua unica passione, perfetta per isolarsi da un mondo che non l’aveva poi tanto convinto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...