Tutto il mondo parlava in dialetto

I nati a Santarcangelo nei primi anni Venti, almeno molti di loro, quando a un anno, a due anni, hanno cominciato a parlare, hanno nominato le cose in dialetto. La loro prima lingua è stata il dialetto. Ed era inevitabile. Tutti, intorno a loro, parlavano in dialetto, il babbo e la mamma, il nonno e la nonna, lo zio e la zia, i compagni di giochi. Le cose. Tutto il mondo parlava in dialetto.

[Raffaello Baldini, Due tre cose su Nino e il dialetto, in Nino Pedretti, Al vòusi e altre poesie in dialetto romagnolo, Einaudi, p.223]

Annunci

Un pensiero su “Tutto il mondo parlava in dialetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...