Un uomo predestinato

Nato alle ore 1:01 del primo gennaio del 1901, il signor Rossi era stato convinto fin dalla tenera età che, segnato dal destino, avrebbe compiuto grandi cose. Per 87 anni aveva aspettato con grande certezza il momento in cui la sua vita avrebbe svoltato, rifiutando ogni occasione per paura di rinunciare a qualcosa di migliore: in 87 anni non aveva così mai lavorato, né trovato moglie, né fatto viaggi, né avuto esperienze significative come ad esempio lanciare pietre ai lampioni o scalare alberi contorti, superare un tradimento coniugale o frodare una banca. Oramai in punto di morte, il signor Rossi aveva capito che era sì predestinato, ma a non avere proprio una vita, e la cosa lo aveva rincuorato non poco, mentre già immaginava i titoli dei quotidiani del giorno dopo: “Scomparso il primo uomo senza una vita”. Tutto sarebbe andato a buon fine, se solo il palazzo in cui la sua stanzuccia era collocata non fosse crollato per una fuga di gas. Rimasto sepolto sotto le macerie, nessuno si era ricordato di quell’uomo predestinato che in 87 anni non era mai uscito di casa: il corpo venne portato via insieme ai resti dell’edificio e destinato ad essere disperso un po’ da una parte, un po’ dall’altra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...