Il megafoniere

A partire dal primo giorno della tanto attesa pensione, un signore bolognese, per passare il tempo, si era installato in Piazza Maggiore con un megafono, pronto ad argomentare ad alta voce tutti i suoi pensieri sulle vicende più disparate. Se nei primi giorni una discreta folla aveva circondato quell’anziano signore fornito di megafono, piano a piano l’interesse era scemato, lasciando ai soli piccioni l’ingrato compito di assistere per tre ore la mattina e altrettante il pomeriggio alle dissertazioni del signore bolognese. Quando tale megafoniere si era accorto dell’improvvisa inconsistenza del suo pubblico, aveva cercato in tutti i modi di risollevare l’interesse, ma non c’era stato niente da fare: caparbio, pur di non lasciare il suo posto aveva sorpreso tutti presentandosi un giorno in piazza riproducendo i suoi discorsi nel gorgogliante dialetto dei piccioni. La situazione aveva dato adito a sberleffi e imitazioni, tanto dai piccini di Bologna quanto dai più adulti, facendo divenire il signore bolognese una di quelle figure note in tutta la città; ma la cosa aveva avuto una svolta inaspettata quando il megafoniere, grazie a quella sua dote, era riuscito a spergiurare quel grave pericolo noto a tutti come l’invasione dei piccioni su Bologna. Inerpicatosi sulla torre più alta della città, la famosa Torre degli Asinelli, con il suo megafono aveva guidato il più grande stormo di piccioni mai calato su Bologna, conducendoli sulla rotta migliore per invadere Modena, la quale non venne risparmiata neppure per un centimetro dai tubanti pennuti. Una targa, affissa sopra l’ultimo gradino della Torre degli Asinelli, ne ricorda ancora oggi l’impresa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...